Leonardo Interactive lancia il polo del videogioco made in Italy

(Adnkronos) – Protagonisti ed esperti del settore provenienti da tutto il mondo si sono riuniti per esplorare e scoprire il futuro dell'industria videoludica italiana nel corso dei L>I Days a Spoleto. AttivitĂ  immerse nei suggestivi paesaggi del polmone verde d'Italia hanno accompagnato le conferenze e la presentazione in anteprima mondiale di Simon The Sorcerer Origins, il prequel della saga di videogiochi che ha visto la luce nel 1993, in un'atmosfera che ha reso possibile la nascita di idee e collaborazioni. Proposto da Leonardo Interactive, il nuovo polo del videogioco made in Italy risponde a una tendenza in crescita esponenziale. "Sono tantissimi gli studi di sviluppo indipendenti italiani che da anni ottengono ottimi risultati in tutto il mondo, quelli di Leonardo Production con Dry Drowing e Shattered Heaven ne sono la conferma. Fare sistema tra aziende, istituzioni e associazioni di categoria per avere una direzione chiara e comune sarĂ  la chiave dei futuri successi a livello internazionale. L’atteso arrivo di Daymare 1994: Sandcastle e il grande ritorno di Simon the Sorcerer con un prequel tutto italiano ne sono l’ennesOma riprova", si legge nella nota ufficiale che annuncia il progetto. Il rapporto annuale di IIDEA, l’associazione di categoria dell'industria dei videogiochi italiana, attesta il definitivo passaggio da una realtĂ  fatta di start up a una di piccole e medie imprese: il numero degli addetti è cresciuto del 50% in due anni arrivando a coinvolgere nella produzione di videogiochi 2.400 professionisti , mentre il fatturato generato nel 2022 si aggira tra 130 e 150 milioni di euro registrando un incremento del 30% rispetto all’anno precedente, che fa ben sperare per il futuro. Leonardo Francesco Caltagirone – CEO di Leonardo Interactive, avvia un think tank che riunisce protagonisti ed esperti del settore e che mira a diventare l’appuntamento annuale del polo italiano del gaming: “Abbiamo un obiettivo comune, consolidare e promuovere l'industria dei videogiochi in Italia. E per farlo è necessario che sviluppatori, artisti, studios e tutti coloro che sono coinvolti nella produzione di videogiochi possano collaborare, imparare e prosperare, per diventare un punto di riferimento quando si parla di innovazione, creativitĂ  ed eccellenze nel settore del gaming globale. Serve quindi una casa per tutti coloro che amano i videogiochi e vogliono farne parte attivamente, un luogo dove le idee si trasformino in realtĂ , un appuntamento fisso dove l'ispirazione viene coltivata e i talenti valorizzati. Facciamo il primo passo per contribuire tutti insieme a posizionare l'Italia come un importante hub per l'industria dei videogiochi a livello internazionale”. Tra gli ospiti Luigi Simonetti – CEO dell’italiana Commodore Industries – che conferma: “Fare sistema e collaborare è a dir poco imprescindibile, organizzare workshop, conferenze e corsi per stimolare la formazione e lo sviluppo delle competenze necessarie per creare videogiochi di alta qualitĂ  è la base di partenza per fare sul serio ed essere competitivi. A questo si aggiunge anche una necessaria e costante interazione tra realtĂ  italiane e internazionali, favorendo scambi culturali e professionali che arricchiscano la nostra industria e spianino la strada a una nuova generazione di sviluppatori”. Ad intervenire anche Carlo Bianchi – COO di Leonardo Productions: “L'Italia ha un grande potenziale nel settore dei videogiochi, con una ricca storia culturale, un patrimonio artistico unico e un'industria creativa in continua crescita. Dobbiamo valorizzare e promuovere l'identitĂ  italiana anche attraverso i videogiochi, creando nuove esperienze di gioco apprezzate in tutto il mondo”. A far da eco, infine, Davide Mancini – Developer Relations Manager di IIDEA: “l’industria italiana dei videogiochi è ancora di piccole dimensioni, ma sta vivendo una fase di crescita con significative opportunitĂ  di sviluppo, in uno scenario di mercato internazionale di grande competitivitĂ . La produzione nazionale, naturalmente votata all’export, ha tutte le carte in regola per diventare una nuova frontiera del Made in Italy, culturale, creativo e digitale”. —tecnologiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

In primo piano
Da non perdere
Recensioni
Valutazione di ECCELLENTE
In base a 25 recensioni
E' stato molto coinvolgente e divertente poter condividere con Paolo ed Emiliano in diretta radio il mondo del real estate pugliese
Rico Conte
Rico Conte
2024-04-10
Ottima esperienza, Paolo ed Emiliano molto professionali e precisi!
alessandro pasqual
alessandro pasqual
2024-03-26
La conduzione ed i contenuti sono ottimi! Complimenti continuerò a seguirvi!
Angelica Bianco
Angelica Bianco
2024-03-22
Bellissima intervista e giornalisti top
Cristina Orsatti wedding planner
Cristina Orsatti wedding planner
2024-03-22
Casa Radio è una vera innovazione nel settore immobiliare, che permette di ascoltare molteplici temi, legati all’Abitare! Complimenti a tutto il team!
Federico Pagliuca
Federico Pagliuca
2024-03-13
Piacevolissima chiacchierata e notevoli gli spunti ricevuti per una piacevole ed interessante conversazione.
Fernando Caprino
Fernando Caprino
2024-02-21
Professionalità e passione garantita con persone che sanno metterti a tuo agio nel raccontarti e nell’offrire la tua esperienza e riflessioni al loro pubblico. Grazie.
Roberto “Roby'ncool” Vitali
Roberto “Roby'ncool” Vitali
2024-02-19
Ho trovato l’esperienza molto soddisfacente. Grande professionalità ma allo stesso tempo accoglienza.
Cristian Catania
Cristian Catania
2024-02-19
Esperienza interessante ed emozionante, conduttori simpaticissimi e di notevole supporto che mi hanno saputo mettere a mio agio fin da subito.
Stefano Sanciu
Stefano Sanciu
2024-02-19

Collabora con noi

Promuovi il tuo business con noi!

Siamo proiettati al 100% verso il nostro pubblico che, ci segue e si fida per la nostra straordinaria capacitĂ  di scegliere i migliori partners sul mercato.

  • Seleziona categoria

  • Seleziona l'autore